Eugene: il computer che si fa passare per un essere umano.

eugene-goostmanEugene è riuscito in un’impresa che si è dimostrata finora impossibile ai suoi predecessori: superare il cosiddetto test di Turing. Si tratta di un test, ideato dal famoso matematico britannico Alan Turing, creato per stabilire se una macchina sia in grado di pensare.

Si tratta di colloquiare per scritto con il computer: se non ci si accorge che dall’altra parte del cavo c’è un computer invece che una persona, il test è superato.

nel caso del computer Eugene il 33% dei ricercatori scelti per capire se ci si trovasse di fronte a un uomo o a una macchina l’ha scambiato per un essere umano: per la precisione, è stato scambiato per un ragazzino di 13 anni.

In ogni caso, il risultato ha immediatamente scatenato l’entusiasmo degli appassionati di intelligenza artificiale e di semplici curiosi: chiunque infatti può chiacchierare con Eugene, dato che esiste un’apposito sito internet (intasato a causa dell’elevato numero di collegamenti).

Al di là dell’entusiasmo per il primo computer che, in un modo o nell’altro, s’è fatto passare per un uomo, subito è nata anche una preoccupazione riguardante il cybercrimine. Infatti i sistemi di rilevamento fino a oggi si basano sulla possibilità di distinguere esseri umani e macchine; se questa differenza nei prossimi anni verrà a cadere, allora bisognerà muoversi per tempo e trovare nuovi sistemi per difendersi.

Eugene: il computer che si fa passare per un essere umano.ultima modifica: 2014-06-09T17:21:04+00:00da pgiolitti
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Eugene: il computer che si fa passare per un essere umano.

Lascia un commento